Collezione

Andrea Benetti

Giochi d'infanzia - Olio e karkadè su tela, cm 60 x 40, (2008)

Nato a Bologna nel 1964.

Presentato da: Christian Parisot, Silvia Grandi, Massimo Guastella, Gregorio Rossi, Francesco Elisei, Carlo Fabrizio Carli, Angelo Catano, Dario Scarfì, Bruno Chicca, Simona Gavioli, Gianfranco Bartalotta, Carolina Lio, Chiara Filippini, Roberto Sabatell, Umberto Zampini, De Laurentiis Lucas...

Andrea Benetti, pittore bolognese da svariati anni manifesta con il favore del pubblico e della critica, i propri pensieri e la propria pittura, nel'ambito dell' arte contemporanea. Nel corso della sua carriera, Benetti ha esposto in luoghi di grande prestigio e sono ormai oltre una decina i musei, le istituzioni e le importanti collezioni nazionali ed internazionali, che ospitano i suoi dipinti in permanenza. Nel 2006, ha ideato il Manifesto dell'Arte Neorupestre, presentato successivamente alla 53. ediizione della Biennale d'Arte di Venezia, nel padiglione "Natura e sogni", nei locali dell'università Ca' Foscari. In occasione della presentazione del Manifesto dell'Arte Neorupestre, sotto l'egida della Biennale di Venezia ed edito da Umberto Allemandi, è stato pubblicato un catalogo che racconta l'iniziativa e presenta una ventina di opere di Andrea Benetti. Sempre nel 2009, ha realizzato un libro da collezione, con tiratura limitata (le copie sono firmate e numerate), intitolato “Esplorazione inconsueta all’interno della velocità”, in cui egli formula, e rappresenta con la propria pittura (dodici dipinti su tela), delle tesi innovative sulla velocità in rapporto ai cicli storici, alle civiltà ed al desiderio di dominio dell'uomo. Hanno aderito al progetto e scritto nel libro, avvalorando l'importanza delle tesi sostenute da Benetti, una dozzina di autorevoli professori universitari. Inoltre, la parte critica riferita alle dodici opere pittoriche, è curata da importanti nomi del mondo dell’arte contemporanea. Il volume è già stato acquisito da musei, biblioteche ed istituzioni di rilevanza internazionale. Nel luglio 2010, l'artista bolognese è stato invitato ad esporre alla LXI edizione del Premio Michetti, la blasonata rassegna internazionale di arte contemporanea, che si svolge ogni anno, dal 1947, nel Museo Michetti e che vanta il primato di essere la rassegna di arte contemporanea più longeva d'Italia, dopo la Biennale di Venezia. Nel novembre 2010, a Palazzo Taverna (Roma), nella sede degli Archivi Legali Amedeo Modigliani, la pittura Neorupestre di Benetti è stata esposta e pubblicata sul catalogo della mostra intitolata “Portraits d'artistes”, curata dal presidente degli Archivi Modigliani, Christian Parisot e da Pierfrancesco Pensosi che annoverava l'operato di artisti del calibro di Andy Warhol, Amedeo Modigliani, Giorgio De Chirico, Keith Haring, Mario Schifano, Max Jacobs, Carlo Corsi, Jules Pascin, Guido Cadorin... Il progetto è stato presentato alle televisioni e alla stampa dal professor Vittorio Sgarbi. In quei giorni, il 18 ed il 19 novembre 2010, nel Palazzo di Vetro, nella sede delle Nazioni Unite (O.N.U.) per il progetto “Academic impact”, al quale erano presenti 130 università da tutto il mondo, per conto della delegazione italiana veniva donata ed acquisita nella Collezione delle Nazioni Unite, un'opera di Andrea Benetti. Nel maggio 2011, Andrea Benetti è stato invitato dal professor Massimo Guastella, docente dell'Università del Salento, a tenere un seminario sull'arte Neorupestre ai suoi allievi del corso di laurea di Storia dell'Arte Contemporanea. Inoltre è stata inserita nel programma di ricerca universitaria la mostra di Benetti, che si è tenuta all'interno delle Grotte di Castellana, con la musica composta ed eseguita live per il progetto da Frank Nemola. Nel marzo 2012, per volere del Presidente della Repubblica e con il beneplacito del professor Louis Godart, Consigliere per la conservazione dei Beni Artistici del Quirinale, è stata acquisito un dipinto di Andrea Benetti nella Collezione d'Arte del Quirinale. All'inizio di aprile è stata acquisita un'opera nella Collezione Permanente del Museion, il museo di arte moderna e contemporanea di Bolzano. A fine novembre 2012, Andrea Benetti è stato invitato dal professor Gianfranco Bartalotta, per tenere una lezione nella facoltà di "Scienze della Formazione" all'università Roma 3. Il giorno seguente, Andrea Benetti è andato in udienza da Papa Benedetto XVI, al quale l'A.N.F.E. Ha donato l'opera di Benetti intitolata "Omaggio a Karol Wojtyla", che veniva di fatto acquisita nelle Collezioni Vaticane.

Andrea Benetti Archives Foundation

Andrea Benetti - Official site

 

Galleria immagini